Errore da Parto – Malasanità Parto – Milano

Risarcimento malasanità da parto

 Errore medico da parto – malasanità da parto

Lo Studio Medico Legale Gargiulo a Milano

Lo Studio Medico Legale fondato dalla Dr.sa Lucia Gargiulo si e’ specializzato nel corso degli anni nel settore della responsabilità medica e all’interno di questo vasto settore nell’errore medico in ostetricia e ginecologia (comunemente detto malasanità da parto / errore medico da parto).

“Il Servizio Sanitario ha il dovere di proteggere in maniera particolare ogni essere umano che, a causa del suo stato di salute, si trova in una condizione momentanea o permanente di debolezza, non facendogli mancare per nessun motivo e in alcun momento l’assistenza di cui ha bisogno”.

Purtroppo a volte questo non avviene e il paziente e i suoi familiari si trovano a dover subire gravi conseguenze fisiche, morali ed economiche a causa di un caso di malasanità da parto.

Consulenza in tutta Italia. Differenti soluzioni di pagamento.


Linee Guida Gravidanza e Parto

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato delle linee guida per promuovere le pratiche più sicure per la gestione della gravidanza e del parto e per programmare uno dei momenti più importanti della vita: la nascita.

Esistono numerose linee guida di ostetricia e ginecologia che riguardano la gravidanza, il parto e il puerperio che fanno riferimento a tutti i principali aspetti fisiologici e patologici di questa delicata fase della vita di una donna, in particolare:

  • parto naturale e parto cesareo
  • le distocie : distocia fetale (macrosomia e anasarca), distocia di spalla, distocie del canale del parto, distocie del canale molle (malformazioni uterine e malformazioni vaginali), anomalie di presentazione (presentazione cefalica: presentazione podalica, presentazione di bregma, presentazione di fronte)
  • asfissia perinatale e encefalopatia ischemica: eventuali danni celebrali permanente. Possibili cause: annessi (cordone ombellicale o placenta); prima del parto: diabete, emorragie, ipertensione, liquido amniotico – sofferenza feto neonatale: liquido amniotico tinto di meconio, presentazione anomale del bambino, rottura prematura delle membrane superiore.
  • il monitoraggio fetale intrapartum: lettura della cardiotocografia; stato di sofferenza fetale, encefalopatia ipossico ischemica, asfissia neonatale, paralisi cerebrale infantile; possibili cause di un tracciato irregolare : distacco placenta, sproporzione cefalo pelvica, rottura utero, alterzioni liquido amniotico.
  • la paralisi cerebrale infantile: lesione dell’encefalo in prossimità o durante il parto. La lesione encefalica è causata da una diminuzione parziale o totale del flusso di ossigeno verso il bambino durante il parto o il travaglio.
  • il parto prematuro (parto pre termine) – possibili rischi: sindrome del distress (Respiratory distress sindrome), infezioni batteriche, virali, problemi cerebrali e cardiaci.
  • la presentazione podalica
  • il puerperio
  • la rottura prematura delle membrane
  • la sofferenza fetale ipossica, distress fetale.
  • il taglio cesareo : indicato nel caso della progressione del travaglio da parto o in caso di distocia, presentazione podalica  e stato di sofferenza fetale. Indicazioni fetali e indicazioni materne (ritardo di crescita intrauterino, macrosomia, malformazioni del sistema nervoso centrale, la sindrome emolitica neonatale, la placenta previa, il polidramnios, le patologie del funicolo)
  • placenta : placenta previa, placenta accreta, distacco intempestivo di placenta.
  • malformazione del feto : errore medico nella mancata diagnosi di malformazioni del feto (cromosomiche), test per la diagnosi prenatale, Sindrome di Down. La scienza permette di diagnostica una gran parte delle malformazioni cromosomiche durante la gravidanza.

Benche’ il parto sia un evento naturale sono possibili delle complicanze che richiedono una condotta ostetrica corretta nel rispetto delle Linee guida.

Il rispetto di una adeguata strategia di intervento e delle principali Linee Guida può scongiurare eventi drammatici per la mamma ed il bambino, evitando così il verificarsi di un caso di malasanità da parto.

Consulenza in tutta Italia. Differenti soluzioni di pagamento.


Percorso Consigliato per Responsabilità Medica (Malasanità da Parto)

1. Esame del caso e della documentazione

In un primo tempo lo Studio Medico Legale effettua un approfondito esame della documentazione sanitaria e del caso in oggetto al fine di redigere un primo parere di fattibilità. Una attenta disamina del parto e quindi delle cliniche cliniche dal punto di vista medico legale è indispensabile per determinare se vi siano le reali condizioni per procedere in qualsiasi tipo di azione.

2. Perizia Medico Legale

Successivamente, valutata la fattibilità del caso e rilevato l’errore medico da parto (malasanità da parto), procediamo alla stesura della Perizia Medico Legale, necessaria per stabilire il nesso causale fra l’errore medico stesso e il danno biologico riportato.

Il danno biologico consiste nella menomazione permanente e/o temporanea dell’integrità psico/fisica della persona, comprensiva degli aspetti personali e relazionali.

Nella Perizia Medico Legale valutiamo il danno biologico ed esprimiamo in termini di percentuale la menomazione all’integrità psico-fisica, comprensiva dell’incidenza sulle attività quotidiane, subita dal paziente (neonato).

3. Soluzione del contenzioso e risarcimento del danno biologico

Richiesta risarcimento da malasanità / colpa medica

– Una volta stabilita la colpa medica per negligenza, imprudenza o imperizia e quantificato il danno nella Perizia Medico Legale si potrà procedere ad una richiesta di risarcimento da malsanità / errore medico in via extragiudiziale previo colloquio con le parti.

Se il primo tentativo di un accordo tra le parti non dovesse andare a buon fine sono possibili ulteriori passaggi in via extragiudiziale.

 

ATP Accertamento Tecnico Preventivo art. 696 bis c.p.c.

– l’ATP prevede la Consulenza Tecnica d’Ufficio disposta dal Giudice volta ad accertare la responsabilità medica (malasanità). Questa particolare procedura consente di avere un parere qualificato (terzo) in tempi molto brevi rispetto ad un procedimento ordinario.

L’ATP ha il duplice scopo di provare quindi in maniera documentale la responsabilità del medico e qualora questa venga accertata tentare una conciliazione tra le parti, quindi a ottenere il giusto risarcimento.

La Dott.ssa Gargiulo con sede a Milano assiste i propri clienti in tutte le diverse fasi del procedimento volte ad ottenere il risarcimento del danno subito per errore medico da parto.

Consulenza in tutta Italia. Differenti soluzioni di pagamento.

 

Mediazione

– La Mediazione : attività  svolta da un terzo imparziale e finalizzata ad assistere due o più soggetti nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, anche con formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa e quindi il risarcimento del danno medico.


Collaborazioni con Studi Legali

Lo Studio Medico Legale Gargiulo collabora con alcuni selezionati Studi Legali e Avvocati di Milano  specializzati in casi di responsabilità medica.

Lo Studio Medico Legale della Dr.ssa Gargiulo, ha stretto inoltre collaborazioni con Studi Legali – Avvocati  di numerose città, anch’essi specializzati in risarcimenti da responsabilità medica che, se necessario, possono fornire un supporto professionale costante sino alla soluzione definitiva del contenzioso.


Alcune patologie trattate :

Parto podalico : nel parto podalco il neonato è in posizione podalica ovvero con il podice rivolto verso il basso. Le cause di una presentazione podalica possono essere: malformazioni uterine, miomi uterini, età materna avanzata, gravidanza gemellare, placenta previa, presentazione podalica in precedenti gravidanze, utero materno piccolo. La presentazione podalica può essere classificata : a natiche sole, completa, mista. Terapia : in caso di presentazione podalica è possibile eseguire il parto sia per via vaginale sia con taglio cesareo. Il ginecolo tramite palpazione ed ecografia ostetrica può stabilire con facilità la presenza di presentazione podalica del feto.

Incompetenza cervicale : l’incompetenza cervicale è una importante causa di parto prematuro e di aborto tardivo. Può verificarsi quando la cervice uterina inizia a dilatarsi prima del tempo e questo sino a comportare un travaglio pretermine che può portare nei casi più estremi aanche alla morte del neonato. In realtà durante la gravidanza la cervice uterina dovrebbe restare chiusa per consentire al bambino di svilupparsi completamente. Fattori di rischio : lacerazioni cervicali o altri tarumi del collo, precedente incompetenza cervicale, rottura prematura delle membrane in precedenti gravidanze, anomalie e malformazioni dell’utero, interventi chirurgici sul collo dell’utero, applicazione del forcipe in precedenti gravidanze, esposizione ad alcune sostanze. In tutti questi casi è necessario che il ginecologo intervenga tempestivamente, prevedendo e diagnosticando l’incompetenza della cervice. Nel caso in cui il ginecologo sospettasse il verificarsi di una incompetenza cervicale dovrebbe tenere sotto stretta sorveglianza la donna effettuando ecografie ravvicinate (almeno ogni 15 giorni). Il ginecologo può consigliare diverse terapie e nei casi più estremi si può effettuare il cerchiaggio della cervice uterina.

Placenta previa : il feto, durante la gravidanza, riceve i nutrimenti e l’ossigeno attraverso la placenta. Nella maggior parte dei casi la placenta migra verso l’alto nel terzo trimestre di gestazione. Talvolta la placenta rimane previa, bassa, e questa evenienza se non diagnosticata e gestita tempestivamente può mettere in serio pericolo la vita del feto e della mamma. La placenta previa può distaccarsi dall’utero e interrompere l’apporto di ossigeno al feto oppure provocare una grave emorragia materna. La placenta previa può essere classificata come : Placenta previa centrale, placenta previa marginale, placenta previa laterale. Complicanze per il neonato: anemia fetale, ipossia fetale, morte fetale, prematurità, presentazione anomala, Complicanze per la madre: placenta accreta, emorragia post-partum, distacco prematuro di placenta, perdite ematiche con anemia materna. Sofferenza fetale: la sofferenza fetale si verifica nei casi in cui il sanguinamento provoca una grave anemizzazione della madre. E’ meglio in questi casi ricorrere a un taglio cesareo d’urgenza, con la nascita di figli prematuri.

Herpes neonatale : il virus dell’Herpes simplex presenta due tipologie diverse, la prima che di solito da manifestazioni cutanee e il secondo che da manifestazioni genitali. Il contagio al bambino avviene di solito durante il parto, quando il feto attraversa il canale del parto. Prevenzione: controllo sierologico del padre, controllo sierologico della madre, Evitare l’esposizione del bambino all’infezione primaria della mamma, Taglio cesareo nelle donne con infezione attiva. Sintomi nel bambino: di solito si manifestano nei primi 7-10 gg. e sono, febbre alta, letargia del bambino, perdita di coscienza, rigidità corporea, lesione ad altri organi etc. Diagnosi: la prima cosa da fare è un prelievo del liquido cerebro-rachidiano.

Ipertensione, Pre eclampsia, Eclampsia: Fattori di rischio: età materna superiore ai 35 anni, prima gravidanza, ipertensione cronica, diabete materno, patologie vascolari materne, obesità, deficit vitamina D etc. Le complicazioni da stato ipertensivo gravidico possono essere molto gravi per la salute del feto e della mamma: distacco della placenta, eclampsia, alterazione della perfusione della placenta, etc. E’ consigliabile il parto se il bambino ha superato la 36 settimana, se non la ha raggiunta il ginecologo dovrà monitorare costantemente il progredire della patologia. Se si tratta di una pre eclampsia grave il parto è indicato alla 34 settimana.

Per maggiori informazioni consulta la sezione malasanità sul sito della dottoressa Lucia Gargiulo: gargiulomedicolegale.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi